giacomella

Le origini dei Libri Tibetani dei Morti

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 12/05/2018
0:00

Categorie


Le origini dei Libri Tibetani dei Morti
Sabato 12 maggio 16.30 – 18.30
Con Giacomella Orofino

Un pomeriggio a Zhenphenling con Giacomella Orofino che ci parlerà delle origini della letteratura tibetana sulla morte, in particolare del famoso “Libro tibetano dei morti”

Giacomella Orofino è Professore Ordinario di Lingua e letteratura tibetana all’Università di Napoli “L’Orientale” dalla cattedra che è stata a lungo del suo Maestro, il Prof. Namkhai Norbu.
Era una sua allieva quando, nell’anno accademico 1979/80, il professore impegnò i suoi studenti nella traduzione della “Profonda dottrina dell’autoliberazione mediante il riconoscimento delle divinità pacifiche e feroci della propria mente”, un testo che nel 1983 Newton Compton pubblicò con il titolo universalmente conosciuto in Occidente: Il Libro tibetano dei Morti.
Nel 1985 le Edizioni Mediterranee pubblicarono “Insegnamenti tibetani su morte e liberazione”. Sempre sotto la guida di Namkhai Norbu, la giovanissima tibetologa mise a disposizione dei lettori italiani testi inediti, tra cui alcuni capitoli del “Tantra della grande segreta unione del sole e della luna” dedicati alle concezioni filosofiche e alle pratiche spirituali relative alla morte.

Giacomella Orofino, da allora, ha pubblicato moltissimo e la sua fama accademica è cresciuta notevolmente, ma vogliamo ricordare questi due lavori giovanili, e la guida autorevole che ne ha sostenuto la realizzazione, per sottolineare quanto sia profonda e di lunga data la sua competenza su questi temi. Zhenphenling è felice di ospitare un incontro che sarà sicuramente di grande interesse.
Vi invitiamo perciò a non perdere questa occasione e a non farla perdere a quanti tra i vostri amici siano interessati a una riflessione sulla vita, sulla morte e sulla liberazione.

Offerta consigliata: 10 euro